sabato 29 aprile 2006

La musica è nuda

A volte mi chiedo:  "Ma per fare buona musica, si debbano per forza utilizzare sintetizzatori, elettronica, distorsori, campionatori e roba simile?" La risposta naturalmente è no. Nelle mie intenzioni, in realtà, esiste la volontà di recensire due dischi che ho trovato davvero belli e interessanti. Il primo, ascoltato più di un anno fa, mi colpì per l'originalità del progetto: parlo di "Musica Nuda" di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Un disco dove i padroni sono una splendida voce e un contrabbasso.


(nella foto a lato "Musica Nuda" di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti - Storie di Note distribuzione © 2004 aventi diritto


Da qualche settimana è uscito "Musica Nuda 2". Petra Magoni e Ferruccio Spinetti vanno avanti con il loro progetto proponendo agli ascoltatori un doppio cd di grande qualità. Nel primo supporto si continua con il progetto "voce e contrabbasso", splendide le interpretazioni di "Come Together" e "Over the rainbow". Degna di nota anche "Non andare via" (ne me quitte pas) di Jacques Breil anche se a mio avviso troppa "velocità" nell'esecuzione distrae facendoci distrarre dalla bellezza del testo. Nel secondo cd invece, la musica si "riveste" un attimino... a voce e contrabbasso si aggiungono altri strumenti e il disco si impreziosisce grazie anche alla collaborazione di artisti come Stefano Bollani, Mirko Guerrini e Nico Gori.


Difficile tentare di recensire questo album senza valicare i confini della pubblicità occulta, ma è un disco che a mio avviso va acquistato e ascoltato più volte.


   


 Nella foto  la copertina di Musica Nuda 2 di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti edizioni RadioFandango distribuzione Edel


© 2006 Aventi diritto.


 

12 commenti:

  1. Stefano Bollani? Da comprare a scatola chiusa (e poi aprirla, naturalmente, se no come lo ascolti il disco?)!

    RispondiElimina
  2. Radiofax: Infatti, compralo a scatola chiusa e ascoltalo a scatola aperta :-DDDDD



    Tarlo

    RispondiElimina
  3. monicamarghetti29 aprile 2006 20:24

    Tarlo vieni qui che ti stringo la mano

    perdincibacco ma ne sai a pacchi!!

    Davvero son contenta di averti trovato!

    ciao

    monica

    RispondiElimina
  4. Monica: Saperne a pacchi chi io? Smentisco non ne so nemmeno a sacchetti, ma mi diverto un sacco e una sporta.

    Stringo la mano ben volentieri :-)

    Tarlo

    RispondiElimina
  5. FINALMEEEEEEEENTEEEEEE !!!!!!! debbo fare tutto un giro arzigogolato (edta, agggiorna, etc.....) ma.... CE L'ABBIAMO FATTA! solo che se dovessi farlo normalmente ancora non vedo la scritta "lascia un commento!

    RispondiElimina
  6. Grigietta: Beh almeno in qualche modo ci siamo riusciti. ;-)

    Tarlo

    RispondiElimina
  7. monicamarghetti30 aprile 2006 10:39

    Un bauona giornata per te!

    Un :)))

    monica

    RispondiElimina
  8. Monica: Grazie, altrettanto a te.

    Tarlo

    RispondiElimina
  9. mi soiace però che posso solo commentare così... è come se per lasciare un appunto su un tavolo debbo aprire l'ufficio con il doppione delle chiavi... anche se è aperto.

    Comunque: io ritengo che la buona musica vada fatta sempre senza artifici, altrimenti... se salta la corrente cosa si fa? Io per esempio potrei anche suonare al buio. :-D

    RispondiElimina
  10. Grigietta: Beh mica è un problema no? Riguardo alla musica senza artifici: la scorsa estate andai vicino a Ferrara, ad ascoltare un concerto di Pippo Pollina andò via la luce e... beh il racconto, se ho fatto bene i conti, dovresti trovarlo qui: http://vitadatarlo.splinder.com/tag/musica_e_concerti?from=10



    Il titolo è: più acustico di così ;-)

    Tarlo

    RispondiElimina
  11. Hai visto ieri "La camera migliore" con Max Gazzella?

    RispondiElimina
  12. Codyallen: Purtroppo no...ero al lavoro. :-(



    Tarlo

    RispondiElimina