lunedì 6 marzo 2006

Considerazioni di un "dopofestival"

Il festival della canzone italiana è diventato un "festival Italiano" che poco ha da spartire con la musica... Se di "festa della canzone" si deve parlare, allora è logico che la musica sia protagonista... le oltre cinque ore di programmazione dell'ultima serata ha proposto 8 canzoni finaliste...ovvero 1.6 minuti all'ora dedicati ai partecipanti alla competizione... Il resto della manifestazione è stato dedicato a promozione discografica di ospiti illustri quali: Laura Pausini, Eros Ramazzotti, Anastasia, Riccardo Cocciante (quello che ho apprezzato di più), promozione cinematografica e sportiva, comicità da basso cabaret e sfilate di moda... Di musica se ne è ascoltata davvero poca.


Vogliamo anche parlare della "fantascientifica" giuria demoscopica e del televoto? Vorrei stendere un pietoso velo sull'argomento... sarei solo curioso di sapere dove diavolo si trovano i "moduli" per poter diventare "giurato demoscopico". Sarei davvero curioso di poter guardare in faccia gli altri "colleghi giurati" e chiedere loro cosa hanno ascoltato o visto... si perchè a mio avviso hanno guardato ed ascoltato di tutto tranne le canzoni del festival. Hanno eliminato quelle che, a mio avviso (e chiarisco che si tratta di gusti estremamente personali; nulla conta il fatto che le mie canzoni "preferite" siano tra le più programmate nelle radio), erano le canzoni migliori. Hanno eliminato talenti indiscussi: Noa, Carlo Fava, Ron, Anna Oxa, L'Aura, Helena Heldwig, Mario Venuti e Simona Bencini... Non riesco a comprendere i misteri del televoto; Povia ha vinto con una canzone identica a quella dello scorso anno: mischiando i fattori avrebbe potuto tranquillamente intitolare il suo pezzo "Quando i piccioni fanno oh..". 


Nel "nuovo festival" non esiste più la realtà della giuria di qualità, ma se ne sente (e non poco) la mancanza. Un festival di cui non sentirò sicuramente la mancanza perchè non è stato un festival dedicato alla musica, ma una vetrina per chi con la musica non ha nulla a che vedere. Forse sarò troppo duro nel mio "giudizio" ma credo davvero che, per risollevare le sorti di quella che dovrebbe essere la più importante manifestazione atta a promuovere la musica italiana nel mondo, siano necessarie parecchie modifiche alla struttura. Forse, e sottolineo forse, sarebbe auspicabile un vero ritorno al passato... per questo il mio grido resta: Aridatece Pippo Baudo!



Per la foto: © Sorrisi e Canzoni - Aventi diritto

8 commenti:

  1. rincoceronte6 marzo 2006 16:09

    ma allora vuoi girare il coltello nella piaga....

    RispondiElimina
  2. Di tutto e di più a Sanremo tranne la musica! Mancava solo uno spazio dedicato alle ricette della Clerici e della Moroni poi evravam a posto!?!

    RispondiElimina
  3. Quando i piccioni fanno oh....

    Rinoceronte: Si giro e rigiro il coltello nella piaga... voglio essere anch'io un demoscopico...



    40mgxml: La Clerici e le ricette? Credo siano previste nel festival del 2007 ;-P



    Tarlo

    RispondiElimina
  4. No dai... La canzone di Povia non era uguale... faceva un verso diverso. "Verso Di verso"? FICO! Il prossimo anno chi partecipa con me con questo nome?

    RispondiElimina
  5. ...... PIPPOOOOOOOOOOOO !!!!!!!!!..

    NILLAAAAAAAAAAAA !!!!!! ..........BOBBYYYYYYYYY !!!!! 'ndo state???? che fate ????? d'annate????

    RispondiElimina
  6. Cody: Partecipo io con te... quel nome "Verso Di Verso" è bellissimo!!!!

    Mi fai fare il corista o quello che sta fermo e stona davanti al pubblico? Dai, facciamolo almeno per la Gialappa ;-P



    Grigietta: Oltre a Nilla hai dimenticato altri nomi importanti del festival... Aiaiaiaiaiii mi sa che qui Grigietta doveva scegliere la busta numero trè...

    Dunque, per 0.15 centesimi voglio sapere:

    1) Il nome di colui che manovrava il mixer nell'edizione di Sanremo del 1995

    2) Chi era il segretario del conduttore

    3) Il "conduttore" era davvero un filo elettrico?

    4) Chi ha detto: "tanto quello vince di sicuro" nel nord Italia (escluso il triveneto)

    5) il nome dell'amante, della cugina, del nipote della valletta.

    Hai 12 secondi di tempo a partire da ora.

    tic tac tic tac....

    Tarlo "mikebongiornizzato"

    RispondiElimina
  7. Fai il visual.... che mima le canzoni...

    RispondiElimina
  8. ... cosi' mi fai il verso.... e poi io mi chiamo "Verso"... e tu "Verso di Verso"... cosi' fai tutto... mimica.... danza.... e io canto da dietro la tendina di una doccia... una cosa tipo Psyco insomma... che spaventi e atterrisca la gente... almeno quanto Anna Oxa intendo...

    RispondiElimina