giovedì 6 ottobre 2005

Diario di un Tarlo qualunque: Perchè cambiare gestore telefonico

Vodafone...l'utente da voi chiamato è al momento incavolato... Tim, il cliente da lei sposato con un vigile è scappato... Wind, non è possibile raggiungere il cliente desiderato perchè corre troppo veloce... Tre, se con tre vedi l'utente che cerchi che bisogno hai di parlargli? 


Ormai è dal 18 giugno di quest'anno che un noto gestore telefonico che sta "tutto intorno a me" mi fornisce servizi a "singhiozzo"... così mentre ora medito di cambiare operatore telefonico a causa dei mille disservizi, ma un tempo avrei cambiato operatore solo per la mia folle antipatia per certi spot pubblicitari....Così ho rispolverato questo vecchio "diario alisterico" dedicato al mondo della telefonia...sipario.


Perchè cambiare gestore telefonico 


Scusatemi lo sfogo telefonico, ma sono stufo.
Si, stufo, stanco... non ne posso più di vedere questa drammatica storia
d'amore.
Lui che le chiede di sposarla, lei che fugge maliziosa inviando un sms con
scritto: "se mi prendi ti sposo".
Lei scappa? beh, allora non ti merita, altro che prove d'amore!
Nulla da fare, lui è inebetito dalla bellezza e dai feromoni trasmessi dal
corpo di lei, tanto da rincoglionirsi al punto di mollare tutto per
seguirla in un giro del mondo che nulla ha di reale.
La segue ovunque, sulle nevi del Kilimangiaro, nelle foreste amazzoniche,
nelle spiagge tropicali e addirittura sotto gli oceani ed è chiaro se una
domanda mi sorge spontanea: "Ma che diavolo di lavoro fa quest'uomo?"
oppure "ma quanto guadagna costui? Ma soprattutto "perchè non spararle un
colpo in mezzo agli occhi?".
Certo, lui potrebbe essere anche un ricco ereditiero o forse il
proprietario di una compagnia aerea o perchè no telefonica, ma perchè
soffrire tanto?

Comunque, ero ben disposto a sopportare ancora qualche idiozia compiuta
dall'affascinante protagonista dello spot, quando il gestore telefonico
spara la sorpresa inquietante:
Lui le manda, via sms, la foto dell'anello di brillanti e lei capitola
miseramente tornando, anzi rombando, sui suoi passi volando letteralmente
tra le sue braccia.
Miseramente pentita della fuga.

Ok, perdoniamo anche il finale di una storia così inverosimile, in fondo
(possiamo ammetterlo) siamo esseri imperfetti pronti a rovinarci
economicamente, professionalmente e moralmente nei confronti della persona
amata ma non sopporteremmo mai il "mordi e fuggi" continuo di quella "bella
telefonara"; c'è un limite a tutto no?

D'accordo mi dico, mi metterò il cuore in pace.
Ricarico il mio telefonino che non si sa mai e che ti vedo?
Un nuovo mega, arci sfavillante ed emozionante spot: lei davanti
all'altare insieme a lui.

Il sacerdote che pronuncia la formula di rito, lei che con sguardo
"pseudosognante" dice si a quel bel anello di brillanti che potrà sfoggiare
in compagnia delle sue complici...
Dice si al matrimonio, è disposta a vivere con lui in salute e in malattia,
in ricchezza e povertà ed afferma anche che è disposta a vivere con lui
anche con un solo telefonino (che naturalmente terrà lei nella sua
borsetta), lui la guarda con uno sguardo che nemmeno una intgelligentissima
triglia pescata da una settimana è disposta a mostrare e che fa?
Invece di coronare il sogno di essersi finalmente accasato, fugge via
ripagandola con la stessa moneta: "se mi prendi ti sposo".

Ora mi chiedo: se dopo aver sperperato milioni di euro in viaggi,
telefonini e quant'alro, se ci si è impegnati a pagare un biglietto aereo a
tutti gli amici che presenziano alle nozze, se ci si è impegnati nel costo
di un principesco rinfresco... ma che diavolo scappi a fare?
Attenderai paziente che lei ti venga a cercare? Se questo è il mondo reale
secondo i pubblicitari allora non mi resta che cambiare gestore telefonico,
almeno dall'altra parte invitano a feste favolose e sono... tutti attorno a te.



 

9 commenti:

  1. ... e poi... non e' nemmeno beeella...

    (La versione originale di Battiato faceva: "Megan Gayle... non sai parlare manco l'Italiano...")



    Non so per la copertura e tariffe. Ma con Wind non ho MAI avuto problemi.... e nanche spam sul telefono...

    RispondiElimina
  2. Io alle pubblicità non ci faccio mai caso... ;-)

    RispondiElimina
  3. Per utente anonimo: Di quale canzone di Battiato parli? sono curioso...

    Per Alister:Io ci faccio caso, altrimenti come faccio poi a criticarle?

    Per Frog: Non lo so... quale gestore usi? ;-P

    RispondiElimina
  4. Per "Valeria Frog Marini": l'unico con il quale riesco quasi a prendere... ;-)

    RispondiElimina
  5. Oh! Ma che figata sarebbe una pubblicita' di una Qualsiasi compagnia telefonica con Muttlei e Penelope!



    Tanto adesso, avete visto, e' tempo di serie anni 70 sprezzate, spezzate e rimontate ad uso e consumo della lavatrice di turno! (Vedi Happy Days... Rocky... che non e' una serie ma ci manca poco...)



    La canzone SCRITTA da Battiato e cantata da Alice era "Per Elisa". Geniale. L'ha scritta dedicandola alla cantante. Elisa ovviamente. Nel 51. Avantissimo. Tarlazzi aveva già vinto i mondiali di nuoto. Su una Suzuki. Memorabile la sua battuta al podio("Su Zuki, cava Saki dall'acqua che arriva l'Honda" e' la sua)



    . MhZ

    RispondiElimina
  6. ciao NonnoJoe, Si ora ricordo bene, anche perchè credo di Alice ho quasi tutto e se ben ricordo portò proprio quel brano a San Remo.

    Vero, nel 1951 (pur non essendo ancora nato) ho vinto anche il mondiale di formula 1 e l'oscar come miglior regista e interprete maschile.... ;-P

    RispondiElimina
  7. Tu nel 51 hai preso tutto Daniele. Sono 54 anni che aspettiamo che tu lo restituisca :D

    .MhZ

    RispondiElimina
  8. Non restituirò mai i premi mai vinti :-D

    Buahhhaaaaaaa nessuno mi premia, nessuno mi vuole bene :-PPP

    RispondiElimina
  9. Neanche a me. Te almeno hai una pseudomoglie. Io no ho proprio un pseudobleniente ç___ç



    .MhZ

    RispondiElimina