mercoledì 24 maggio 2006

Chiusure a fumetti

La notizia è di pochi giorni fa ed è stata spiegata proprio agli appassionati da Ade Capone (sceneggiatore e creatore di Lazarus Ledd. n.d.a).
Lazarus chiuderà con il numero 152 previsto per il mese di novembre. Ade ha sempre affermato (ne sono stato più volte testimone) che il suo personaggio non avrebbe “vissuto” all’infinito soprattutto per non fossilizzarsi in un format e non deludere lettori ed appassionati.
Lazarus Ledd è il “bonellide” che ha battuto ogni record di durata, un prodotto che ha sempre dimostrato una qualità grafica e narrativa di alto livello. Ade, grazie al suo fiuto, ci ha fatto conoscere il talento di disegnatori del calibro di: Bocci, Majo, Gerasi, Cropera ecc…
Mi mancherà questo appuntamento con l’avventura.

Ma non mi mancherà solo Lazarus Ledd perché anche in Bonelli, alcune serie, stanno avviandosi alla conclusione.
In primo luogo uno dei veri classici del fumetto italiano ovvero Mister No che entro breve tempo darà l’addio alle edicole dopo oltre trent’anni di onorato servizio.

Anche Napoleone saluterà presto i suoi lettori. Il personaggio creato da Carlo Ambrosini se ne andrà ad agosto lasciando il mondo di carta per finire nel “limbo della fantasia” che così bene è stato descritto nel corso di questi anni.

Da vorace lettore affermo di essere preoccupato: sono annunciate davvero tante, troppe chiusure.
Certo, si tratta di “affetti di carta” ma i sentimenti sono sempre sentimenti e questi personaggi lasceranno indubbiamente un vuoto nella nostra voglia di fantasiose avventure…di questo passo resteremo senza fumetti.

Altra cosa molto preoccupante che riguarda l’argomento “chiusure” è soprattutto la crisi del settore che obbligherà molti artisti (perché autori, disegnatori, sceneggiatori, letteristi e redattori sono tutti da considerarsi artisti) a cercare trovare nuove realtà lavorative in un mercato molto molto difficile.



Lazarus Ledd © Star Comics / Ade Capone


Mister No © Sergio Bonelli Editore


Napoleone © Sergio Bonelli Editore


 


Tarlo


 

11 commenti:

  1. Per questo esistono le ginocchiere, le gomitiere e le polsiere!Che ti credi! Io alla seconda lezione mi sono fatta un bozzo bluastro su un fianco... ma ci sono tornata!Vale la pena,credimi! Lazarus Ledd iniziai a leggerlo appena uscì.. lo seguii per circa un annetto poi mi stancò.. Era il mio periodo fumettesco, che terminò quando interruppero "Hammer" e "SprayLiz" due dei miei preferiti insieme ad alcuni Manga.. Ritenevo la Bonelli responsabile di queste chiusure..nel mondo dei fumetti italiani è un po' come la Microsoft nell'informatica! Cmq confesso che ho continuato a leggere, a intermittenza, "Julia"... che ci vuoi fare, è così "femminile"! ehehe

    RispondiElimina
  2. monicamarghetti24 maggio 2006 21:38

    Un monico saluto

    il cervello ora è di nuovo collegato al cuore.

    grazie

    buona serata

    monica:)

    RispondiElimina
  3. Poliedro: Chissà, magari un anno o l'altro ci proverò.

    Hai provato a leggere Gea? E' sempre di Luca Enoch (creatore di Sprayliz) è un semestrale. Adoravo Hammer. Io sono un "bonelliano di ferro" un vero appassionato che acquista tutto quello che produce... quindi anche Julia anche se ho parecchie perplessità sui soggetti scritti da Berardi (che adoravo come sceneggiatore di Ken Parker).

    ma se mi metto a parlare di fumetti non smetto più ;-)



    Monica: Un tarlico saluto, risolti i problemi di "blackout"? Bene :-)



    Tarlo

    RispondiElimina
  4. monicamarghetti25 maggio 2006 11:11

    eheheh solo un po' di Bi.Ciclio..tutto normale

    un beso

    monica



    p.s grazie!!

    RispondiElimina
  5. Che dire..ho letto il primo di Gea, ma il fatto di dover aspettare sei mesi ogni volta per l'episodio successivo mi ha scoraggiata..lo leggo ogni tanto quando qualcuno me lo presta.In effetti mi piace molto. Conosco anche Ken Parker.Era il mito di un mio caro amico che mise il lutto quando lo comprò la Bonelli.. Insomma, tra esperienza diretta e indiretta (ho amici morbosamente fumettofili) anche io potrei stare a lungo a parlare di fumetti.. ;)

    RispondiElimina
  6. monicamarghetti25 maggio 2006 22:18

    la buona sera un sorrisone :))))

    enorme per te.

    monica

    RispondiElimina
  7. Poliedro: Ken Parker è sempre stato il mio mito. Al momento adoro Magico Vento, Demian e Zagor :-)



    Monica, Buongiorno a te.

    RispondiElimina
  8. monicamarghetti26 maggio 2006 09:01

    Buongiorno e visto che sei quasi in partenza..buon viaggio..mi raccomando al ritorno ci racconti un po' vero??

    Noi ti aspettiamo.

    un abbraccio

    monica:)

    RispondiElimina
  9. Beh che dire...... LL io ancora resistevo nel leggerlo. Pero' a dir la verita' era piu' per abitudine che altro. Non mi entusiamava piu' come una volta. Credo proprio che Ade abbia fatto la scelta giusta al momento giusto.

    E poi...sara' la coincidenza pochi gg fa ho ritrovato una jpg di Ordo Templi. L'idea che non sia mai stato realizzato mi ha messo un po' di tristezza. Hai visto mai? Anzi quasi quasi posto l'immagine sperando che Bocci non ne abbia a male. Anzi gli faccio pure pubblicita' gratuita ;)

    A presto.

    RispondiElimina
  10. Monica, buongiorno a te. Speriamo che il viaggio sia tranquillo e che il tempo resti al bello, ancora poche ore (questa notte) poi via verso nuovi ed emozionanti luoghi da vedere. Un racconto al ritorno? vedremo... ;-)



    Le1chatnoir: Ho visto che hai inserito l'immagine di Ordo Templi disegnata da Bocci...temo che quel progetto non lo vedremo mai. peccato. Comunque devo ammetterlo: sono malato, la passione fumettistico/libraria continua a contagiarmi e ormai sulle tarliche librerie non c'è più posto.



    Tarlo

    RispondiElimina
  11. Pensavo che solo un mio compagno delle superiori leggese Mister No, e che fosse morto col buonismo ecologista degli Anni 90.



    LL piaceva a molti miei amici, ma Bonelli ha veramente troppe testate, sarebbe meglio si concentrasse sulle migliori e preparasse un volumettone di Zagor Vs Legs Weaver

    RispondiElimina