sabato 4 febbraio 2006

Pazzi

Pazzi


“Tagliati quei capelli che mi sembri pazzo.”

Certo, lo farei volentieri, ma per tagliarmi i capelli dovrebbero prima togliermi questa dannata camicia di forza.
Inoltre la cosa sa di buffo, visto che in questa stanza ovattata siamo solo tu ed io… legati da questa solitudine e soprattutto da questi metri di robusta stoffa.
Assurdo, si è tutto assurdo; cerchi una vita che credi svolgersi normalmente, cerchi di alimentare le tue passioni ed un giorno qualcuno ti sveglia dai sogni obbligandoti a credere che nulla conta se non la cruda realtà.

“D’accordo, posso anche accettare il tuo punto di vista, se però siamo chiusi qui una ragione ci sarà sicuramente, forse la nostra realtà e differente da quella regolata dalle comuni “normative”… se siamo qui è anche per capire la realtà e per poter un giorno essere considerati normali.”

Pensi davvero che un giorno usciremo da questa stanza bianca e imbottita? Figliolo sei davvero un inguaribile ottimista; tu devi essere quello che vede sempre il bicchiere mezzo pieno mentre io, il più delle volte non vedo nemmeno il bicchiere.
Non farti illusioni, i canoni di “normalità” sono in continua evoluzione credo sarà davvero difficile poter uscire da questa specie di galera; noi siamo pazzi ricordalo.


“Pazzi, è vero, ma siamo matti decorosi e tutto sommato innocui; non abbiamo mai fatto male a nessuno e forse viviamo anche meglio di altri, noi siamo un sogno vivente, persi nel mare della fantasia e per quanto mi riguarda ho ancora voglia di pensare come un bambino.
Ma guardati, sei patetico, non basta il fatto che tu sia matto, ma sei anche un matto depresso. C’è vita anche qui che ti credi? Io ad esempio riesco a prendermi le mie soddisfazioni, hai presente quando ci fanno l’elettroshock? Beh, io resisto così loro consumano e pagano più corrente elettrica”


…Diavolo di un pazzo!


© 2006 Daniele "tarlo" Tarlazzi

9 commenti:

  1. Siamo tutti un po matti, no ?

    Ti auguro un bellissimo week sotto il sole.

    RispondiElimina
  2. Sosso: Matti chi? Buahahahaha (risata folle) ;-)))

    Tarlo

    RispondiElimina
  3. eh!eh! conosci il dialogo tra sordi che non ammettono di essere sordi? " uè, te ve' a pesca'?" "no, vo' a pescà!" "....ah.... mi credevi che te andavet a pesca'"

    RispondiElimina
  4. Grigietta: Perchè vai a pescare? ;-P

    RispondiElimina
  5. no, vado a pescare!!!

    RispondiElimina
  6. ... mi devo preoccupare?

    RispondiElimina
  7. Grigietta: Credevo andassi a pescare...



    Rinoceronte: Preoccuparti? Mannò...

    Tarlo

    RispondiElimina
  8. ...roba da matti...

    RispondiElimina
  9. Siamo tutti un po matti, no ?

    RispondiElimina