giovedì 8 dicembre 2005

8 Dicembre

Niente vignette o striscie... Il computer principale è ancora ad "aggiornare" e sono quindi costretto a scrivere da mezzi di fortuna. 8 Dicembre, giornata di festa... io la passerò al lavoro e così pure colei che divide con me le gioie di avere un gatto, pazienza... La partecipazione dei blog sarà molto ridotta in questo lungo ponte e non avendo troppe sciocchezze da scrivervi o raccontare, mi limiterò a "citare" Sidgi (anche lei sul suo blog ha offerto consigli su libri da leggere) parlandovi di libri; in fondo è quasi Natale e magari qualche dritta può sempre far comodo. 


Sarei tentato di iniziare con un libro di un autore che, a mio avviso, andrebbe assolutamente riscoperto e sarebbe molto bello se qualche editore si prendesse il "rischio" di ristampare le sue opere. Sto parlando di Antonio Amurri. Amurri, prematuramente scomparso, era un autore teatrale, televisivo, cinematografico e musicale. E' noto in narrativa, soprattutto per gli umoristici "manuali" sul "come ammazzare" (divertentissimi erano il "Come amazzare la suocera" e "Come ammazzare il marito senza tanti perchè). Quello che vorrei invece proporre alla vostra attenzione è l'ormai rarissimo: Più di là che di qua. Una spietata e brillante cronaca del "dopo decesso".


Antonio Amurri: Più di là che di qua (edizione BUM mondadori)


Altra lettura, meno divertente, ma assolutamente dolce e piena di poesia è quella del primo romanzo di Maxence Fermine. La storia di un giovane poeta giapponese che riesce a cantare solo lo splendore e il bianco della neve, ma la neve non è solo bianca...


Maxence Fermine: Neve (asSaggi di Narrativa Bompiani)


Entro in un campo più "mistico" consigliandovi la lettura di "Poesie Mistiche". Gialàl ad-Din Rùmì (andrebbe scritto con altri accenti) è un poeta nato nel 1207 è uno dei maggiori poeti mistici Persiani... Per una lettura impegnata


Rumi: Poesie Mistiche (BUR Rizzoli)


Restando in campo mistico, vi segnalo anche due interessanti volumi di Reshad T. Feild dedicati al Sufismo. In questo caso non si parla di poesie, ma di un viaggio un po' romanzato, che tenta di far conoscere al lettore una piccola parte della cultura Sufi.


Reshad T. Feild: Sufi, oltre l'ultima barriera  e Sufi, la strada invisibile (edizioni Amrita)


Qualcosa di più leggero, facilmente rintracciabile e piacevole? Se vi raccontassi di un importante cantautore Genovese le cui canzoni hanno commosso, divertito ed emozionato, se vi raccontassi che questo prestigioso autore, da tempo ammalato, si è dedicato alla scrittura e che, una volta di più, ha dimostrato di essere un vero artista a tutto campo? Parlo di Bruno Lauzi che ha da poco pubblicato il suo primo romanzo. Un delicato giallo dai toni umoristici e filosofici... imperdibile.


Bruno Lauzi: Il caso del pompelmo levigato (Bompiani)


Per gli appassionati di musica segnalo invece un libro scritto da un'altra cantante, la lettura del suo libro ci riporta con facilità ai testi delle sue canzoni. Una raccolta di miniracconti, poesie, ritagli...


Cristina Donà: Appena sotto le nuvole (Piccola biblioteca Oscar Mondadori)


Tocca al thriller:  ecco un paio di titoli che lasciano davvero con il "cuore in gola":


Wes Craven: La società degli immortali (edizioni Piemme)


Michael Connely: Vuoto di luna (edizioni Piemme) Di questi due volumi non si può dire di più...solo che se iniziate a leggerli non riuscirete a staccarvi da quelle pagine.


Una lettura leggera, molto ben scritta con un buon soggetto, ma un finale forse un po' troppo scontato? Ecco qua un romanzo di Julia Llewellyn: Love Trainer (edizioni Mondadori).


Basta, mi fermo qui... e voi che state leggendo di bello?


4 commenti:

  1. Oddio, la sid sta diventando contagiosa!!! :-p

    RispondiElimina
  2. Sel: Sai, è un pezzo che sono contagiato dal virus "cartaceus"...Sid ha "solo" soffiato sul fuoco ;-))))

    RispondiElimina
  3. aiuto....la malattia dilaga...ogi ho trovato 20 euri e mi sono comprata un libro... marco baldini "il giocatore".

    Forse avrò speso male 12 euri, ma mi piacciono le storie vere.

    RispondiElimina
  4. Grigietta: Sono tentato parecchio anch'io dal libro di Baldini... quasi quasi... arrrggghhh sono rovinaaato :-D

    RispondiElimina